Vai al sito della cooperativa Europe Consulting
05/11/2007
Fiaba, costruire un mondo nuovo senza barriere

La nascita di un palinsesto, "Fiaba Channel", dedicato a temi di grande impatto sociale per tutti i cittadini, ma anche per gli enti pubblici e privati e le associazioni di categoria. Un progetto etico per sviluppare comuni attivita' in ambito sociale, in vista dei Campionati del Mondo di calcio che si giocheranno in Sudafrica nel 2010. Un concerto in memoria del disabile Nazzareno Malaspina, per la creazione di un fondo per l'abbattimento di una o piu' barriere architettoniche nella citta' di Ascoli Piceno e provincia. E tanti altri avvenimenti, a testimonianza di una spiccata vocazione per le politiche di inclusione sociale. Il 2007 e' stato, per l'associazione Fiaba (Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche), un anno pieno di idee e di nuovi progetti, tutti finalizzati all'obiettivo primario di "cambiare dove si puo' e costruire il nuovo senza barriere, per non dover cambiare piu'- spiega l'associazione- un ambiente ancora pieno di barriere fisiche e culturali che non permettono di vivere lo spazio in piena liberta'".Ogni piccolo traguardo raggiunto, spiega ancora l'associazione, "e' solo lo stimolo a fare ancora di piu'.

Quindi il 2007 e' stato un anno di ulteriore incremento dell'opera di sensibilizzazione per radicare una cultura nuova dell'accessibilita' e della fruibilita' universali per tutte le persone, prerequisiti per realizzare inclusione percepita e democratica partecipazione alla vita del Paese".

Riconoscere che la diversita' appartiene a "tutti" e costituisce una preziosa risorsa che arricchisce la societa' e' lo slogan implicito dell'associazione Fiaba. "Il concetto di diversita'- spiegano dalla Fiaba- e' essenziale per costruire l'esercizio dei diritti e delle pari opportunita' per tutti i cittadini, perche' questa non appartiene solo alle persone con disabilita', ma anche ad anziani, bambini, donne in stato di gravidanza". In due parole, a tutti. E dunque portare il messaggio e la cultura della diversita' all'interno delle istituzioni e nei luoghi frequentati dai giovani, rappresenta "un efficace strumento per eliminare le ingiustificate paure generate dalle 'differenze' di cittadini deboli su elencate".



Fonte: DIRE

ARCHIVIO NEWS
Invia questa news per e-mail Stampa questa news

Vai a homepage
Il progetto
I protagonisti
Vai a Il Dipartimento della Protezione Civile
Vai a La Cooperativa
Vai a Le attività
Vai a La ricerca
Emergenze e disabilità
Vai a Le procedure
Vai a Il soccorso e le tipologie di disabilità
Vai a Le tecniche di trasporto adeguate
Risorse
Vai a Link utili
Vai a Galleria
Vai a Video
Vai a News
Utilità
Vai a Lavora con noi
Vai a Contatti