Vai al sito della cooperativa Europe Consulting
07/11/2007
Inail, inserimento lavoro disabili? Risorse siano certe

Tutelare gli interventi di riqualificazione professionale dei disabili con risorse certe. Lo chiede l'Inail in occasione nell'audizione in commissione Lavoro della Camera sul ddl su welfare e pensioni, che recepisce il protocollo del 23 luglio.

L'istituto ha formulato quattro richieste che riguardano anche il danno biologico, la tutela sanitaria degli infortunati sul lavoro e l'ambito di applicazione dell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionale. Per quanto riguarda i disabili, l'Inail chiede di introdurre il meccanismo, gia' previsto in Finanziaria 2007 per gli artigiani, per rendere strutturali le fonti di finanziamento dell'attivita' di reinserimento nel mondo del lavoro.

"La mancata previsione di un meccanismo strutturale- avverte l'Inps- determinerebbe, all'esaurimento del risorse attualmente disponibili, l'interruzione di un'attivita' che non solo tutela i diritti, ma ha effetti positivi sulla finanza pubblica riducendo i costi sociali dell'inabilita' di soggetti il cui sostentamento, in assenza di reddito da lavoro, graverebbe sulla collettivita'".

In merito al danno biologico, "si propone di integrare il disposto all'articolo 7 introducendo un meccanismo di rivalutazione automatico della prestazione su base annua". La copertura degli oneri aggiuntivi rispetto all'attuale formulazione, che l'Inail quantifica in 5 milioni di euro all'anno a partire dal 2009, "trova capienza nell'avanzo economico previsto per il 2008 in oltre a 1.700 milioni di euro e stimato per i prossimi anni in misura non inferiore". Un avanzo che al 31.12.2006 ammonta a 12.868 milioni di euro, quindi "ampiamente sufficiente per garantire la copertura degli oneri previsti".

L'Inail propone poi razionalizzare le competenze sulla tutela sanitaria degli infortuni nei confronti

del servizio sanitario nazionale. "La norma- spiega Sorrentini- non comporta oneri aggiuntivi per la finanza pubblica e determina una riduzione dei costi sostenuti dall'Inail" stimati in 27 milioni di euro con una riduzione del 3,4% della spesa annua sostenuta pari, nel 2006, a 800 milioni di euro. Infine, si vuole intervenire sull'applicazione dell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per un maggiore contrasto all'evasione contributiva ed emersione del lavoro nero.



Fonte: DIRE

ARCHIVIO NEWS
Invia questa news per e-mail Stampa questa news

Vai a homepage
Il progetto
I protagonisti
Vai a Il Dipartimento della Protezione Civile
Vai a La Cooperativa
Vai a Le attività
Vai a La ricerca
Emergenze e disabilità
Vai a Le procedure
Vai a Il soccorso e le tipologie di disabilità
Vai a Le tecniche di trasporto adeguate
Risorse
Vai a Link utili
Vai a Galleria
Vai a Video
Vai a News
Utilità
Vai a Lavora con noi
Vai a Contatti