Vai al sito della cooperativa Europe Consulting
20/05/2010
Istat: 2.6mln disabili in italia, 2su3 sono donne

DISABILI: ISTAT; 2.6 MLN IN ITALIA, 2 SU 3 SONO DONNE/ANSA VALORI PIU' ALTI IN SICILIA ED UMBRIA,PIU'BASSI BOLZANO E TRENTO (ANSA) - ROMA, 13 MAG - Le persone con disabilità in Italia che vivono in famiglia sono 2.6 milioni, il 4,8% della popolazione. Per lo più sono donne (66%); 1.7 milioni sono over 80 anni, 1.2 milioni (44%). E' l'ultima fotografia dell'Istat sulle persone con disabilità nel nostro paese su dati del 2004 e 2005.
L'80% dei disabili ha più di 65 anni. Le regioni con più alti livelli di portatori di handicap sono la Sicilia (6,1%), l'Umbria (6%), il Molise e la Basilicata (5,8%). Mentre i valori più bassi a Trento e Bolzano (3%), Emilia Romagna (3,7%), Friuli Venezia Giulia (3,9%).
Le persone disabili che vivono in istituto sono 190 mila (0,4% degli italiani); anche in questo caso, donne (72% dei disabili in istituto) ed anziani (83%) sono la maggioranza.
Le donne anziane non autosufficienti sono il 64% delle persone che vivono in istituto, contro il 66% degli uomini.
- QUALI DISABILITA'. Circa 700 mila persone di 6 anni e più presentano difficoltà di movimento (1,7% delle donne e 9,6% degli ultraottantenni). Sono 217 mila invece le persone che hanno incapacità nella vista, nell'udito e nel linguaggio. Un milione e 25 mila dichiarano di avere più disabilità (1,9% della popolazione; tra le donne è il 2,5%).
- 93% DISABILI VIVE IN CASA. Il 37% vive in coppia. Gli uomini con disabilità che vivono con il partner sono il 60% mentre le donne appena il 26%. Il 32% vive solo (41% donne, 15% uomini).
Tra i giovani disabili (6-44 anni), il 62% vive von i genitori.
- UN QUARTO DISABILI NON HA TITOLO DI STUDIO. Il 50% ha la licenza elementare. A fronte del 31% degli italiani con licenza media e il 28% con diploma superiore, fra i disabili si ha rispettivamente 17% e 8%. Nella fascia 25-44 anni, il 44% ha la licenza media e il 20% il diploma.
- 2 DISABILI SU 3 SONO FUORI DAL MERCATO DEL LAVORO. Il 43,9% è in pensione e il 21,8% è inabile al lavoro. E' occupato solo il 3,5%, lo 0,9% è in cerca di un'occupazione. A fronte del 54% di occupati fra la popolazione italiana, quelli con disabilità è il 18%.
- ASSISTENZA DOMICILIARE SANITARIA. Ne ha usufruito il 13,3% delle famiglie in cui vive un disabile; il 32,8% ne avrebbe avuto bisogno ma non ne ha usufruito.
- SOLO UN TERZO STRUTTURE SCOLASTICHE HA BAGNI A NORMA. Ed appena il 29,7% ha porte a norma e il 20,3% di ascensori o scale per il superamento delle barriere architettoniche.
- CINEMA, TELEVISIONE E PC NEL TEMPO LIBERO. Il cinema è l'attività che coinvolge più persone in assoluto: il 14,6% dei disabili con limitazione elevata o parziale di autonomia (l'11,1% di quella elevata) contro il 48,9% del totale della popolazione. Fra i disabili, la tv è un mezzo largamente fruito dal 94,4% (il 92,2% fra quella con limitazione all'autonomia).
Ad usare il pc è il 42,2% delle persone con più di 6 anni ma solo il 12,3% della popolazione con limitazioni dell'autonomia personale e il 9,4% di quella con gravi limitazioni.
- L'INTERESSE PER LA POLITICA. Parlano di politica almeno una volta la settimana il 37% delle persone con più di 14 anni, quota che scende al 24,8% tra coloro che hanno una limitazione all'autonomia personale e al 19,8% in quella con limitazioni gravi. Se nel complesso, il 35,2% degli italiani non parlano mai di politica, fra i disabili la quota è del 53,5%.
- QUANTI DISABILI NEL 2035. Le stime ipotizzano un aumento minimo del 65% ad un massimo del 75%.



Fonte: ansa

ARCHIVIO NEWS
Invia questa news per e-mail Stampa questa news

Vai a homepage
Il progetto
I protagonisti
Vai a Il Dipartimento della Protezione Civile
Vai a La Cooperativa
Vai a Le attività
Vai a La ricerca
Emergenze e disabilità
Vai a Le procedure
Vai a Il soccorso e le tipologie di disabilità
Vai a Le tecniche di trasporto adeguate
Risorse
Vai a Link utili
Vai a Galleria
Vai a Video
Vai a News
Utilità
Vai a Lavora con noi
Vai a Contatti